Unlimited WordPress themes, graphics, videos & courses! Unlimited asset downloads! From $16.50/m
Advertisement
  1. Code
  2. Laravel 5
Code

Iniziare con Laravel

by
Length:MediumLanguages:

Italian (Italiano) translation by Luca Menozzi (you can also view the original English article)

Lavorare con PHP negli ultimi 10 anni, o giù di lì, è stata una bella avventura. Partendo da errori da principiante, come non essere capace a trovare i punti e virgola, o come cercare di creare il mio framework personale per realizzare siti (non fatelo), alla fine sono giunto a qualcosa di importante quando ho imparato il PHP orientato agli oggetti.

Quasi tutti i sistemi CMS lo usano, inclusi Joomla, Drupal e WordPress, e, naturalmente, molti framework, come CakePHP. Sono arrivato a Laravel all'inizio del 2014 e me ne sono innamorato da subito. Non solo usa l'OOP, ma lo richiede proprio! Devo ammettere che è stata una sfida, ma ho imparato davvero tanto grazie ad esso e ha anche reso il codice che scrivo per gli altri sistemi migliore!

In questo articolo ti mostrerò come muovere i primi passi con Laravel installando tutto ciò che è necessario per far girare il sistema, facendoti vedere come usare Laravel Homestead — un'ottima virtual machine — e, in ultimo, come installare Laravel stesso. 

Sembra molto, ma voglio essere sicuro che chiunque riesca a installarlo, sia su Windows che su Linux o Mac, persino chi possiede pochi dei prerequisiti richiesti. Non ti preoccupare, hai bisogno soltanto di fare la maggior parte di tutto questo una volta sola, e anche se dovrai rifarlo, sarà molto più semplice la prossima volta.

Cos'è Laravel?

Laravel è un framework PHP creato da Taylor Otwell come evoluzione del framework CodeIgniter. La prima beta fu rilasciata a metà 2009. A giugno 2015, Laravel è alla versione 5.1, la prima a ricevere l'LTS (Long Time Support), ponendolo tra le scelte possibili durante la ricerca di una piattaforma scalabile per progetti medio-grandi.

Laravel è progettato per aiutarti a sviluppare in modo standardizzato, elegante e veloce. Questo obiettivo è raggiunto tramite rigorose linee guida e sistemi di terze parti.

Standardizzazione

Laravel ha una rigida struttura Model-View-Controller (MVC) e un approccio logico di lavorare con il codice orientato agli oggetti. Queste due caratteristiche quasi forzano gli sviluppatori a scrivere codice in una certa maniera—che è cosa buona e giusta.

Per ciò che riguarda lo stile e la metodologia, le applicazioni Laravel saranno simili, così altri sviluppatori potranno subentrare e trovare un ambiente ad essi familiare.

Eleganza

Anche l'eleganza di Laravel deriva dalla natura OOP, dalla mentalità MVC e dalla metodologia di routing utilizzata. Pochi semplici caratteristiche del motore nel suo complesso cooperano per farti scrivere codice visivamente piacevole, organizzato e il più auto documentato possibile.

L'auto documentazione è un eccezionale effetto collaterale del codice orientato agli oggetti scritto bene. Puoi ottenere parti di codice quasi leggibili nominando opportunamente le tue classi, funzioni e variabili, aumentando considerevolmente la navigabilità del tuo codice.

Cosa più importante, questo si traduce in un codice intuitivo e testabile che produce comportamenti coerenti e facili da prevedere ogni volta.

Velocità

La velocità con cui costruisci un'applicazione è sbalorditiva. Se sei nuovo all'OOP, a Composer e all'uso del terminale, la velocità potrà non sembrarti evidente all'inizio, ma una volta che ne capirai qualcosa, rimarrai stupito da quello che si riesce ad ottenere.

Laravel è costruito per lavorare bene con i pacchetti di terze parti gestiti da Composer, il che significa che per aggiungere il pieno supporto alle API di Facebook, o quelle di MailChimp, i Loggers, i Profilers o altri tool, sono necessari solo pochi istanti, non minuti o ore.

Installare Laravel

Puoi installare Laravel sulla maggior parte dei server, o crearne uno tuo usando una virtual machine. I prerequisiti base sono:

  • PHP >= 5.5.9
  • l'estensione OpenSSL
  • l'estensione PDO
  • l'estensione Mbstring
  • l'estensione Tokenizer

Io uso Laravel Homestead per far girare Laravel in locale. Homestead è un box Vagrant che puoi ottenere gratuitamente. Il link precedente contiene tutte le istruzioni di installazione, se ne hai bisogno, ma riassumerò i principali step più in basso.

Oltre ad un server, avrai bisogno che il gestore di pacchetti Composer sia installato. Laravel lo usa per scaricare qualsiasi codice di terze parti di cui ha bisogno.

Anche se Git non è strettamente necessario, ti faciliterà la vita. Git è un sistema di controllo di versione che molte persone usano per i loro progetti, caricandoli su GitHub. Per essere in grado di usare Git efficacemente, hai bisogno della linea di comando di Git, che installeremo più in basso.

1. Installare Composer

Composer può essere installato localmente o globalmente. Io preferisco l'opzione globale perché mi facilita le cose, ed è quello che ti mostrerò qui. Per informazioni più dettagliate e le istruzioni per differenti OS e setup, dai un'occhiata alla Guida Introduttiva.

Gli utenti Linux e OSX dovrebbero prima assicurarsi che esista la cartella /usr; se così non fosse, createla. Dopo di che, esegui il seguente comando:

Gli utenti Windows possono scaricare l'installer dalla Guida Introduttiva. Se vuoi essere in grado di eseguire il comando composer da qualsiasi punto in cui ti trovi, devi inserirlo nel tuo percorso.

Per inserire una cartella nel tuo path, segui queste istruzioni di WindowsITPro.

2. Installare Git

Fortunatamente, Git è davvero molto semplice da installare, perciò dai un'occhiata alla Guida Introduttiva per istruzioni dettagliate.

Su Linux, è probabile che tu possa installarlo tramite questo semplice comando.

Su OSX, la via più semplice per ottenere Git è di installare Xcode Command Line Tools, oppure andare alla pagina di Download di Git e scaricare l'ultima versione.

Per Windows, vai alla pagina del Download di Git ed esegui l'installer più recente.

3. Installare VirtualBox e Vagrant

La prima cosa di cui hai bisogno sono VirtualBox e Vagrant. Entrambi sono semplici file installabili, perciò scaricali, installali e sei a posto.

4. Scaricare il Box

Il box contiene il sistema operativo e altri software necessari per eseguire un server locale e Laravel. Puoi scaricare il box con un singolo comando dal tuo terminale.

Potrebbe volerci un po' di tempo per scaricare il box, per cui è il momento giusto per andarti a prendere un caffè.

5. Installare Homestead CLI

Per installare l'interfaccia a linea di comando per Homestead, hai bisogno di clonare un repository Git. Dato che abbiamo Git installato, possiamo usare un singolo comando. Esegui quello qui di seguito in una cartella destinata a contenere i tuoi progetti Laravel.

Io lavoro su OSX e ho una cartella denominata "websites" nella cartella home dell'utente principale. Al suo interno, ho una cartella "wordpress", che contiene i progetti Wordpress che carico da una box Vagrant differente. Ho eseguito il comando precedente dall'interno della cartella "websites". Così facendo, ho creato una cartella "Homestead" e tutti i miei progetti Laravel saranno inseriti all'interno.

Invece, se vuoi anticipare i tempi con PHP, puoi installare la versione con PHP 7 di Homestead. Usa il comando seguente:

Per inizializzare Homestead, esegui bash init.sh dall'interno della cartella Homestead, che creerà i file necessari nella directory ~/.homestead, all'interno della directory home.

6. Configurare Homestead

La prima cosa che dovremo fare è creare una chiave SSH e aggiungerne il percorso nel file Homestead.yaml. Per creare una chiave SSH su Linux o OSX, usa il seguente comando:

Su Windows, la strada più semplice per crearla è usare il tool Git Bash. E' molto simile al terminale o al Prompt dei Comandi ma ha qualche sorpresa in più. Avvialo cliccando col tasto destro sul desktop e cliccando su Git Bash.

Lo step successivo è modificare il file ~/.homestead/Homestead.yaml. In realtà, non dobbiamo fare molto perché dovrebbe essere già tutto configurato quasi alla perfezione. Se lo apri, dovresti capire perché:

  • Il provider è già impostato su virtualbox, che è quello che usiamo.
  • L'opzione di autorizzazione è impostata su ~/.ssh/id_rsa.pub, che dovrebbe essere il file dove è stata salvata la tua password SSH. Dai un'occhiata al messaggio ricevuto quando hai generato la chiave SSH e dovresti vederne il percorso.
  • L'IP è impostato a 192.168.10.10. Puoi cambiarlo, se vuoi, ma lavoreremo con questo.

Alla fin fine, tutto ciò che dobbiamo fare è modificare la sezione dei siti e impostare la cartella condivisa. Dovrebbe funzionare abbastanza bene così com'è, ma eseguiremo diversi progetti, per cui è meglio se sai come crearli. Creiamo due siti di test, un blog e un webshop, che vogliamo raggiungere tramite http://blog.dev e http://store.local  rispettivamente.

Assicurati che la definizione dei siti nel file sia così:

L'ultimo step è quello di aggiungere i domini al file hosts sul tuo computer. Su Linux e OSX, questo file si trova in /etc/hosts, e su Windows si trova in C:\Windows\System32\drivers\etc\hosts. Devi aggiungere due linee in questo file:

Infine, per impostare la cartella(e) condivisa(e) tra la virtual machine e la tua macchina locale, guarda nella sezione relativa alle cartelle. Io ho impostato così:

7. Lanciare il Box Vagrant

Sarà davvero breve! Entra nella cartella Homestead ed esegui vagrant up. La prima volta che lo fai potrebbe metterci un po', ma in seguito sarà molto più veloce. La prima volta un sistema operativo viene essenzialmente installato e configurato; dalla volta successiva ha bisogno solo di essere avviato.

Se hai fatto tutto correttamente, dovresti essere in grado di visitare http://store.local e di ottenere il messaggio “No input file specified”. Questo va bene — significa solo che la cartella è vuota. Se vai nella cartella ~/websites/Homestead/Code e crei una cartella store/public e, al suo interno, un file index.php con qualche riga di codice, verrà renderizzato correttamente. A questo punto puoi iniziare a costruire il tuo sito!

Basi di Homestead

Tutto quello che hai fatto finora, devi farlo solo una volta, a parte scrivere vagrant up per far partire il server. Non ti preoccupare se non hai ancora metabolizzato come creare un'istanza di Homestead: per ora ti basta solo sapere come usarla.

Ogni volta che spegni il tuo server usando vagrant halt, o spegni il tuo computer, dovrai usare il comando vagrant up per avviare il server. Ci sono poche cose che vorrai/dovrai fare, perciò diamo un'occhiata ad aclune attività quotidiane.

Per alcune configurazioni più avanzate avrai bisogno di effettuare l'accesso SSH nella virtual machine. Puoi farlo andando nella directory Homestead, attraverso il terminale, e scrivendo vagrant ssh. Questo ti porterà dentro la macchina virtuale e potrai gestirla, se necessario.

Puoi connetterti al database usando homestead come username e secret come password. Se ti trovi nel terminale, puoi usare il comando mysql -u homestead -p e fornire la tua password per accedere via linea di comando.

Se usi un'applicazione come Sequel Pro, dovresti impostare 127.0.0.1 come host, il tuo username e password, e la porta 33060.

Installare Laravel

La prima cosa da fare è scaricare l'installer di Laravel. Inserisci il seguente comando nel terminale:

Ora dovresti essere in grado di digitare laravel nella linea di comando per accedere ad un sacco di ottime opzioni per lavorare con Laravel. Se non funziona, devi inserire la directory ~/.composer/vendor/bin nel tuo path. Per farlo avrai bisogno di aprire il file ~/.bashrs~/.bash_profile—a seconda della configurazione. Una volta all'interno, aggiungi la seguente riga al file:

Per verificare se funziona, digita source ~/.bashrc, o chiudi e riapri la finestra del terminale e prova a digitare nuovamente laravel. Se sei un utente Windows, avrai bisogno di seguire queste istruzioni.

Ricordi la cartella store che abbiamo impostato e che contiene il codice per il nostro imminente store? Sono tornato indietro, ho cancellato quella cartella e ho usato il terminale per navigare fino alla cartella superiore ~/websites/Homestead/Code. Una volta lì, ho digitato laravel new store e, in men che non si dica, un progetto Laravel è stato creato per me. Visitando http://store.local ora vedo questa schermata:

Laravel Installed

Gli Step Successivi

Nei prossimi articoli relativi a Laravel, ti mostrerò come iniziare a realizzare qualcosa per principianti. Laravel è largamente basato sul PHP orientato agli oggetti, perciò ti suggerisco di dare un'occhiata all'eccellente articolo OOP For Beginners di Jason Lengstorf. Ti spiegherò quanto posso, ma familiarizzare quanto prima con i concetti di questo articolo renderà tutto più fluido.

Advertisement
Advertisement
Advertisement
Advertisement
Looking for something to help kick start your next project?
Envato Market has a range of items for sale to help get you started.