Advertisement
  1. Code
  2. WordPress
Code

Guardando al 2019: WordPress nell'anno a venire

by
Length:MediumLanguages:

Italian (Italiano) translation by Cinzia Sgariglia (you can also view the original English article)

Che anno! Alla fine del 2017, ricordo che pensavo che l'anno precedente era stato uno dei più grandi per quanto riguardava i cambiamenti di WordPress. Ma non sapevo che cosa c'era in serbo per il 2018!

Il 2018 ha visto alcuni dei cambiamenti più importanti e ambiziosi di WordPress fin dalla sua nascita, rappresentati dal plugin Gutenberg (e dalla discussione che ne è seguita).

Ma a mio avviso, non è Gutenberg che dominerà il 2019 — sono i cambiamenti che ha preannunciato.

Quindi, diamo un'occhiata a quello che il 2019 potrebbe avere in serbo per WordPress e per la sua comunità di utenti e sviluppatori.

Il codice base di WordPress

Gutenberg rappresenta l'inizio di un cambiamento fondamentale nel codice base di WordPress.

Ricordale lo State of the Word del 2015 di Matt Mullenweg (sì, è stato molto tempo fa), quando ha detto a tutti di "imparare JavaScript in profondità"?

slide from State of the Word 2015 - learn JavaScript deeply

Bene, questo è il momento in cui le persone che l'hanno ascoltato saranno contente di averlo fatto. Ed è anche il momento in cui la comunità di WordPress è potenziata da persone che già hanno competenze di JavaScript e di altri linguaggi front-end e che ora possono utilizzare quelli con WordPress.

Gutenberg è basato sui blocchi. E quei blocchi sono scritti in JavaScript. Se avete scritto un plugin che aggiunge un meta box alla schermata di modifica del post, ora fareste meglio ad aggiungere invece un blocco. E per farlo, dovrete imparare non PHP, ma JavaScript.

Lo stesso vale per gli sviluppatori dei temi — potrebbe non essere ancora necessario imparare JavaScript, ma probabilmente dovrete aggiornare i temi in modo che definiscono l'output dei blocchi prodotti da Gutenberg invece di quello prodotto dal vecchio editor.

E i blocchi non saranno limitati al post e alla schermata di modifica della pagina. Oh no.

La Fase 2 di Gutenberg prenderà i blocchi al di fuori dell'editor del post e li implementerà da qualche altra parte dell'area di amministrazione di WordPress. I widget, i menu e personalizza: scegliete voi, utilizzerà i blocchi. L'ambizione è di trasformare WordPress in un CMS di tipo page builder WYSIWYG, ma senza il codice eccessivo della maggior parte dei page builder.

Ecco come potrebbe apparire il personalizza di WordPress:

The proposed WordPress WYSISYG interface

È un obiettivo ambizioso e uno di quelli che rivoluzionerà WordPress sia per gli utenti che per gli sviluppatori. Per gli utenti, vorrà dire una nuova interfaccia semplificata che si sente più da ventunesimo secolo. Per gli sviluppatori, vorrà dire imparare JavaScript. Sì, in profondità.

Così che cosa significherà tutto questo per la comunità di WordPress?

La comunità di WordPress

La comunità di WordPress non è davvero un'entità unica. Quello che la maggior parte di quelli di noi che va ai WordCamps vedi come la comunità è in realtà la comunità di sviluppatori. Ma c'è una comunità di utenti WordPress là fuori, vasta e molto meno omogenea, con esigenze molto diverse.

Gli utenti di WordPress non tendono ad allinearsi con la comunità di WordPress, ma invece con la propria tribù, che comprenderà un sacco di utenti di WordPress che lavorano nello stesso posto. Faccio parte di una di queste comunità: la comunità degli scrittori. In questa comunità, le reazioni a Gutenberg sono state mescolate. Le persone spesso reagiscono male ai grandi cambiamenti, e proprio ora il focus è sui bug e sui siti che hanno avuto problemi.

Ma nel corso del tempo, penso che gli utenti di WordPress saranno ben serviti dai cambiamenti. Forse non dallo stesso Gutenberg, poiché è troppo vicino alla vecchia esperienza di modifica per sentire come qualcosa di più di un'aggiunta, ma dai cambiamenti pianificati di WYSIWYG e Personalizza.

La nuova interfaccia utente, come si sviluppa e matura, attirerà gli utenti che in precedenza hanno utilizzato generatori di sito come Wix e a cui piace vedere quello che stanno facendo sul loro sito mentre lo fanno.

Fintanto che i problemi di accessibilità saranno appianati (la maggior parte dei quali a breve), questo potrebbe preannunciare l'inizio di un periodo di rapida crescita per WordPress. Anche se mi aspetto che alcuni utenti che preferivano il vecchio sistema lo lasceranno lungo la strada.

Ma per quanto riguarda gli sviluppatori?

Sembra che la comunità di sviluppatori si stia sentendo irritata in questo momento. Con la discussione su Gutenberg (soprattutto l'accessibilità e il rilascio con un breve preavviso), c'è una sensazione che la comunità non sia stata ascoltata. Che WordPress stia servendo le esigenze di WordPress.com anziché della sua comunità di utenti e sviluppatori.

Si tratta di una preoccupazione che Automattic non dovrebbe minimizzare. L'Open source non è solo il codice base e la licenza: è anche l'ethos di un progetto. I veri e propri progetti open source non sono top-down. Sono progetti democratici e consultivi che prendono in considerazione una vasta gamma di gruppi e non sono guidati dalle esigenze di un'entità commerciale come Automattic.

Automattic e Matt Mullenweg, hanno affrontato le critiche prima. Hanno risposto e hanno costruito ponti. E credo che possono farlo nuovamente. Il futuro di WordPress e della sua comunità è troppo importante per tutti noi per cadere.

Su una nota più positiva, il cambio a favore di JavaScript offre numerose opportunità. Sta già portando nuove persone e nuove competenze nella comunità. Vorrà dire che gli sviluppatori di WordPress sono al passo con gli sviluppi in una dei linguaggi più dinamici e in continua evoluzione nello sviluppo web. E gli sviluppatori di WordPress che imparano JavaScript avranno accesso a più e meglio pagati lavori.

Accessibilità

La questione dell'accessibilità merita una menzione a sé. A parte i disaccordi sulle date di rilascio (di cui nessuno sarà mai felice), la discussione più grande su Gutenberg è stato sull'accessibilità.

Per anni, l'accessibilità non era fondamentale per WordPress. Non c'era nessuna team sull'accessibilità e la maggior parte di noi ha imparato a conoscere l'argomento dagli sviluppatori che non facevano parte del core team di WordPress, ma che ha lavorato in ambito dell'accessibilità o che ne erano appassionati.

Ma negli ultimi anni è cambiato qualcosa. WordPress ha un team sull'accessibilità, i nuovi rilasci vengono controllati per l'accessibilità prima di essere inviati, e l'accessibilità è sempre un tema controverso ai WordCamp.

Tuttavia, questo progresso si è invertito con Gutenberg. L'accessibilità è una sfida comune con molti strumenti visivi basati su JavaScript. Sono progettati per le persone che possono vedere cosa c'è sullo schermo e interagire con esso utilizzando un mouse. Non ci sarebbe nessuna S altrimenti su WYSIWYG.

Ma i sistemi progettati per un uso visivo non sono progettati per l'accessibilità. Molti utenti del web con disabilità disattivano JavaScript nel proprio browser perché rende difficile interagire con la pagina. E il sistema a blocchi non è stato progettato con l'accessibilità in mente.

Il problema è diventato così grave che il responsabile per l'accessibilità di WordPress, Rian Rietveld, si è dimesso, citando "così tanti problemi di accessibilità che la maggior parte dei tester si è rifiutata di guardare di nuovo Gutenberg".

Il feedback che il team per l'accessibilità ci hanno dato era che avrebbero dovuto spiegare perché le segnalazioni sull'accessibilità erano importanti quando li hanno sollevati. Questo mi rattrista, poiché la mia aspettativa è che gli sviluppatori di WordPress capiscano perché le correzioni di accessibilità sono importanti senza gli venga ripetutamente detto. Sembra che un altro problema è che il team per l'accessibilità non ha uno sviluppatore con competenze di React che poteva interagire con il codice di Gutenberg. Se l'accessibilità è importante per il futuro di WordPress, come deve essere, allora fornire degli sviluppatori di React al team per l'accessibilità dovrebbe essere altrettanto importante quanto fornirli al team per il core.

Questo argomento continua a infuriare. Alcuni dicono che la risposta di Matt Mullenweg è inadeguata, ma Automattic ha ora deciso di finanziare un audit per l'accessibilità di Gutenberg. Cosa resta da vedere è come questo influenzerà il codice per la Fase 2 di Gutenberg. Si spera che team per il core imparerà da questo e garantirà che l'accessibilità sia integrata il codice base fin dall'inizio, piuttosto che applicata alla fine.

WordPress ha milioni di utenti in tutto il mondo, e una parte significativa di essi avrà esigenze di accessibilità. Se WordPress continuerà a soddisfare le loro esigenze (e a dimostrare che valorizza tutti gli utenti web), allora spero che questo significherà un miglioramento nel campo dell'accessibilità di WordPress. Se non si impara dalle lezioni, potrebbe essere un disastro.

Riepilogo: le mie previsioni

Per riassumere, quali penso che saranno gli eventi chiave, gli sviluppi e le sfide per WordPress nel 2019?

Ecco le mie previsioni:

  • La discussione su Gutenberg sarà chiusa quando le patch saranno rilasciate e diventerà più stabile. Gli utenti si abitueranno al nuovo sistema e inizieranno ad apprezzare il suo valore.
  • I blocchi diventeranno ancora più importanti, estendendosi oltre la schermata di modifica della pagina.
  • Le persone più abituate ai page builder passeranno a WordPress, aumentando la sua base di utenti.
  • Le lezioni sull'accessibilità del 2018 saranno saranno apprese, il che significa che le versioni future avranno l'accessibilità al loro interno... o non lo faranno, nel qual caso WordPress diventerà gradualmente il meno accessibile CMS open-source in circolazione. Speriamo che lo faranno.
  • Le competenze PHP diventeranno meno importanti, e la possibilità di programmare in JavaScript e in tutte le sue incarnazioni diventerà una parte essenziale degli strumenti per lo sviluppatore di WordPress.

A un anno da ora, spero di rivedere questo post e vedere cosa ho azzeccato. Nel frattempo, vi auguro un felicissimo 2019!

Advertisement
Advertisement
Looking for something to help kick start your next project?
Envato Market has a range of items for sale to help get you started.